06
Feb
10

Il mio JCM800: ricordi vari

Parliamo un po’ del passato e del mio caro vecchio ampli che purtroppo non riesco più ad utilizzare come si deve.

Come sempre aggiungo sempre un po’ anche i ‘miei’ ricordi che fanno un po’ vintage anche loro 😉

Annunci

3 Responses to “Il mio JCM800: ricordi vari”


  1. 1 Piazzo
    mercoledì 7 settembre, 2011 alle 23:24

    Una domanda quasi esistenziale: oggi ha senso comprare un jcm800 ?
    Mi spiego, ho trovato un’occasione abbastanza allettante in un mio negozio di fiducia, un jcm800 dell’88, 100w. Siccome richiede una bella cifra mi vedo costretto a dare in permuta non uno ma ben due amplificatori: un vox e un marshall, entrambi combo transistor con finale valvolare, il vox addirittura con suimulazione di amplificazione incorporata (per la serie “vorrei ma non posso”), abbastanza proletari e definiti spesso “bambole gonfiabili” in confronto ai modelli di amplificatori che imitano.
    Quello che mi chiedo dunque è: dovendo (prima o poi dovrò) prendere un amplificatore nuovo e serio, ha senso oggi prenderne uno che ha più anni di me (classe 1990)?
    mi rendo conto dell’astrattezza della domanda ma credo che uno che con questo amplificatore ci ha vissuto insieme per anni sia la persona più adatta per risolvere l’amletica questione!
    Grazie in anticipo
    Fede

    • 2 Vigilius
      giovedì 8 settembre, 2011 alle 7:10

      Ha senso solo se lo usi. Il JCM800 fa parte di un periodo storico ben preciso in cui l’ampli serviva per far sentire la chitarra sul palco ed avere una botta notevole anche fuori. Uno dei motivi per cui non suono più live è anche questo: nessuno ti lascia più usare un ampli così tranquillamente, anzi appena vedono la scritta Marshall mi dicono di abbassare anche se non ho ancora collegato il cavo elettrico (e non scherzo). Infatti per le situazioni piccole, le più comuni per me oggi, ho preso un Blackstar 40 watt tutto valvolare; il JCM800 tornerebbe ad essere acceso solo in caso di concerto in grandi spazi preferibilmente all’aperto. Ho avuto un vypyr per un anno e pur essendo praticamente tutto digitale, una ‘bambola gonfiabile’, non era affatto male. Oggi la questione valvole o no è molto uno sfizio e un retaggio dei vecchi tempi: io ho 50 anni e quindi fa parte della mia vita, ma se ne avessi 16 di anni o anche poco più di 20, non mi farei tanti scrupoli con i transistor o il digitale. Se vuoi un pezzo di storia con un ‘suo’ suono devastante allora è l’ampli che fa per te, se hai altre esigenze forse non è perfettamente confacente alle tue esigenze.

  2. 3 Piazzo
    giovedì 8 settembre, 2011 alle 8:03

    ok, ci rifletterò!


Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


PRIVACY POLICY E COOKIE POLICY

Nel rispetto del provvedimento emanato, in data 8 maggio 2014, dal garante per la protezione dei dati personali, si avvisano i lettori che questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Pertanto proseguendo con la navigazione si presta il consenso all'uso dei cookie. In alternativa è possibile rifiutare tutti i cookies cambiando le impostazioni del proprio browser oppure uscire dal sito. Qui di seguito potete trovare la gestione della privacy e dei cookie da parte di Automattic (la società che gestisce la piattaforma Wordpress.com) Privacy Policy and Cookies; per un maggiore approfondimento leggere la sezione Cookie Law.

Benvenuti!

Questo blog è dedicato a tutti gli appassionati di chitarre, direi quasi esclusivamente Fender, e del vecchio e sano Hard-Rock anni '70. Il mio è solo un hobby condiviso in rete quindi il sito è da considerarsi 'amatoriale' e non ha nessuno scopo di lucro.

Avvertenze

L'autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001.
febbraio: 2010
L M M G V S D
« Gen   Mar »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728

Visitatori

  • 131,150 visite
Follow Vigilius's Weblog on WordPress.com

Blog che seguo

Categorie

Archivio


Ritchie Blackmores Rainbow

Ritchie Blackmore's Rainbow - the ultimate resource

Mauro Principi

La musica è arte, armonia, cultura, e soprattutto cibo per l'anima.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: