03
Dic
10

Alla fine l’ampli nuovo è arrivato!!!!

Dopo tanto perigrinare da un negozio all’altro e da un ampli all’altro alla fine la decisione è stata presa: bye bye Vypyr che tanto bene suonavi e tanto poco pesavi e benvenuto BLACKSTAR HT-40 CLUB che tanto pesi, ma anche tanto ‘pompi’ con il volume 🙂

Non si può parlare più di tanto di un suono, allora cerco di farvelo ascoltare attraverso due video in cui mi auguro che almeno un po’ si capisca di che ‘pasta’ è fatto l’ampli.

Annunci

4 Responses to “Alla fine l’ampli nuovo è arrivato!!!!”


  1. 1 saravelardo
    lunedì 30 aprile, 2012 alle 10:59

    Giorni fa mi sono imbattuta per caso nel blackstar ht 40 club (sto cercando un ampli che abbia un buon pulito, volume, che sia versatile e che non pesi un’assurdità) e me ne sono innamorata, il pulsante “voice” è giusto quello che cercavo, un semplice tasto che ti porti dal clean funky a un suono blues. Non mi sono pesati neanche i suoi 24 kg, sarà che le dimensioni sono contenute. Ho sentito il peavey classic 30 solo sul web e mi sembra forse un pò troppo blues per quello che faccio io ( trio elettrico inedito, funky blues bossanova, reggae un pò di tutto) ed inoltre ho letto che ha problemi con le vibrazioni delle valvole. Io uso una telecaster americana e una semiacustica Ibanez quindi ho bisogno appunto di due regolazioni diverse che si possano cambiare con facilità! Insomma sto per sposarmi con il blackstar, che tra l’altro mi è sembrato anche ben costruito, a meno che qualcuno mi dica “noooo non farlo”.
    A quanto ho capito tu conosci bene entrambi gli ampli..cosa mi consigli?
    Grazie

    Sara

    • 2 vigilius
      lunedì 30 aprile, 2012 alle 12:48

      Ciao Sara, io con il Blackstar mi sto trovando benissimo. Ho provato anche il Peavey Classic 30 e suona veramente bene per il blues, ma per i miei gusti ha troppi medi e non è così versatile. Le valvole vibrano? Forse ogni tanto sì, ma me ne accorgo solo in casa a basso volume e, tra l’altro, non sempre, comunque sarebbe un problema da poco. Anche se sono un rockettaro vecchissima maniera l’ho scelto per i suoi politi che trovo eccezionali: ho lo switch voice del clean sempre inserito perché così lo preferisco ed è praticamente impossibile farlo crunchare perché anche tirandolo un bel po’ il suono rimane pulito. Il canale OD poi è versatilissimo con l’ISF e l’altro switch che ti porta dall’hard-rock al metal anche se non estremo (che a me non interessa). Alla fine io ho scelto Blackstar e non ne sono per nulla pentito, anzi: ultimamente sto scoprendo che ha anche dalla sua una versatilità non indifferente (che ho cercato di far vedere in piccola parte nei miei video sull’ampli).

      Tra l’altro ho visto che suonerai sull’eremo del Monte Barro che so benissimo dove sia. Bye! 😉

      • 3 saravelardo
        giovedì 3 maggio, 2012 alle 9:40

        Si al Monte Barro ! E mi sa che userò proprio il blackstar! 🙂 ma quindi sei della zona? Magari ci vediamo! :=) grazie dei consigli e dei tuoi video!

  2. 4 vigilius
    giovedì 3 maggio, 2012 alle 16:43

    Non proprio della zona anche se mia sorella si è spostata a Sala al Barro; ogni tanto capito da quelle parti per via dei parenti, ma sono una 50ina di km. più a est. POTA! 😀


Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


PRIVACY POLICY E COOKIE POLICY

Nel rispetto del provvedimento emanato, in data 8 maggio 2014, dal garante per la protezione dei dati personali, si avvisano i lettori che questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Pertanto proseguendo con la navigazione si presta il consenso all'uso dei cookie. In alternativa è possibile rifiutare tutti i cookies cambiando le impostazioni del proprio browser oppure uscire dal sito. Qui di seguito potete trovare la gestione della privacy e dei cookie da parte di Automattic (la società che gestisce la piattaforma Wordpress.com) Privacy Policy and Cookies; per un maggiore approfondimento leggere la sezione Cookie Law.

Benvenuti!

Questo blog è dedicato a tutti gli appassionati di chitarre, direi quasi esclusivamente Fender, e del vecchio e sano Hard-Rock anni '70. Il mio è solo un hobby condiviso in rete quindi il sito è da considerarsi 'amatoriale' e non ha nessuno scopo di lucro.

Avvertenze

L'autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001.
dicembre: 2010
L M M G V S D
« Nov   Gen »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Visitatori

  • 131,313 visite
Follow Vigilius's Weblog on WordPress.com

Blog che seguo

Categorie

Archivio


Ritchie Blackmores Rainbow

Ritchie Blackmore's Rainbow - the ultimate resource

Mauro Principi

La musica è arte, armonia, cultura, e soprattutto cibo per l'anima.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: