09
Nov
11

Ma un pedale è fatto di così poco?

Naturalmente io non so resistere alla tentazione di aprire un pedale… Stavolta però avevo anche la scusa giusta: la manopola del GAIN a inizio corsa gracchiava un po’ e quindi ho deciso di usare un po’ lo spray apposito per pulire i contatti. Cominciamo con il dire che trovare lo spray è stata cosa tutt’altro che semplice: ho girato tutto Leroy Merlin e nessuno dei commessi sapeva bene dove mandarmi; alla fine l’ho trovato nella sezione utensileria a fianco di sgrassatori, vasellina, olio per catene, svitol, antiruggine etc. Ma!!!!!!!!!

Ero molto curioso di aprire il pedale perché, come si dice sul web, sarebbe un clone del Timmy, clone al punto che la Danelectro l’ha dovuto ritirare dal mercato per evitare guai. Per questo motivo al suo interno mi aspettavo meraviglie tecnologiche: lo apro e la prima cosa che mi colpisce è la costruzione abbastanza strana: due mini circuiti stampati sovrapposti per stare in quello spazio risicato. Il mio primo pensiero è stato: ma non potevano pensarlo più semplice? Va bene il look, ma per riuscire a far stare il circuito stampato in quel contenitore tanto strano si sono dovuti inventare le doppie schede da collegare tra di loro con degli spinotti microscopici. Anche i potenziometri del GAIN, VOLUME e ALTI /BASSI, quest’ultimo concentrico, sono piccolissimi e parecchio difficili da raggiungere al punto che devo praticamente smontare la scheda superiore per accedere al piano di sotto. Ma la cosa più incredibile ancora è che il pedale sembra fatto di niente. 😕

Ho delle grosse difficoltà a maneggiare il tutto dato le dimensioni piccolissime, evidentemente chi monta questi pedali ha delle manine da lillipuziano! Ma osservando ancora più da vicino noto che le ‘piste’ sul circuito stampato sono veramente poche ed anche i componenti elettronici sono ridotti proprio all’osso 😮

Ok, non ho visto il retro di questa scheda, ma dalle saldature non sembra esserci molto di più; possibile che un pedale, anche se solo booster, sia fatto di così poco? Non ho aperto un Timmy, ma se dopo averlo preso e speso 200 e passa euro mi trovassi davanti a così poco mi ‘inquieteri’ non poco. Boh! Di certo il Timmy sarà ben più complicato, ma se si riesce ad ottenere qualcosa di simile con meno perché affidarsi a qualcosa di molto più costoso? Va beh, io non faccio testo, non sono il mitico RAFFUS!

Comunque funziona alla grande e fa proprio quello che voglio io: ‘boosta’ in maniera limpida, quasi cristallina volendo e se alzo il GAIN di un po’ il pulito si sporca che è una bellezza.

P.S. – Per la cronaca sono riuscito a rimontarlo bene nonostante i miei ‘ditoni’ e la mia miopia/presbiopia/astigmatismo (ce le ho tutte io!)

Annunci

3 Responses to “Ma un pedale è fatto di così poco?”


  1. 1 thesonofalerik
    mercoledì 9 novembre, 2011 alle 22:36

    Allora, se ti capitasse di guardare un Vox AmPlug “nudo” rimarresti sicuramente annichilito. Li è tutto super-super-mini. Mini transistor, mini condensatori, mini diodi, mini integrati e tutto nelle dimensioni di un accendino Bic e al modicissimo prezzo di una 40ina di Euro.

    • 2 vigilius
      mercoledì 9 novembre, 2011 alle 22:42

      Ma chi ha delle mani così piccole? Oppure hanno robotizzato tutto 😕

      • 3 thesonofalerik
        giovedì 10 novembre, 2011 alle 0:47

        Sul finire dei gloriosi anni ’70, visitai la ditta dove, allora, lavorava mio padre e dove costruivano “impianti stereo” ed apparecchiature elettroniche.
        Sulla linea di preparazione dei circuiti stampati, ovvero dove venivano posizionati i componenti sul circuito vero e proprio prima di arrivare al bagno automatizzato di saldatura, ci lavoravano circa una quarantina di sole donne, che sicuramente non avevano i badili al posto delle mani come noi due.


Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


PRIVACY POLICY E COOKIE POLICY

Nel rispetto del provvedimento emanato, in data 8 maggio 2014, dal garante per la protezione dei dati personali, si avvisano i lettori che questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Pertanto proseguendo con la navigazione si presta il consenso all'uso dei cookie. In alternativa è possibile rifiutare tutti i cookies cambiando le impostazioni del proprio browser oppure uscire dal sito. Qui di seguito potete trovare la gestione della privacy e dei cookie da parte di Automattic (la società che gestisce la piattaforma Wordpress.com) Privacy Policy and Cookies; per un maggiore approfondimento leggere la sezione Cookie Law.

Benvenuti!

Questo blog è dedicato a tutti gli appassionati di chitarre, direi quasi esclusivamente Fender, e del vecchio e sano Hard-Rock anni '70. Il mio è solo un hobby condiviso in rete quindi il sito è da considerarsi 'amatoriale' e non ha nessuno scopo di lucro.

Avvertenze

L'autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001.
novembre: 2011
L M M G V S D
« Ott   Dic »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930  

Visitatori

  • 131,150 visite
Follow Vigilius's Weblog on WordPress.com

Blog che seguo

Categorie

Archivio


Ritchie Blackmores Rainbow

Ritchie Blackmore's Rainbow - the ultimate resource

Mauro Principi

La musica è arte, armonia, cultura, e soprattutto cibo per l'anima.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: