14
Gen
14

Follie personali!

Follia numero 1 – Visto che mi aspettano due giornate pomeridiane campali a scuola ecco che oggi ho perso tempo: come? Prima di tutto raccattando un po’ di corde della chitarra che avevo in giro per apprestarmi a fare qualche cambio in modo da diversificare le mie strato anche nella loro dotazione ‘cordifera’: inutile avere le stesse corde su tutte, si tratta di trovare l’accoppiata vincente su ogni chitarra. Ho ravanato solo in due custodie, delle cinque che ho, ed è saltato fuori questo.

Prima ancora di procedere però al cambio corde, che mi occuperà molto tempo perché tanto non ho fretta alcuna, dovrò farmi un documento sul PC, magari in excel – sì, siamo alla frutta -, in modo da ricordarmi quali corde ho su quale chitarra e la data del cambio. Sembra un’esagerazione, ma a parte su una strato sulla quale so aver montato delle Elixir l’anno scorso, poi non ricordo quasi più nulla dei miei ‘pit-stop’ chitarristici; sapete com’è… l’età avanza e 5 chitarre non sono uno scherzo.

Follia numero 2 – Quindi ho preso in mano la strato senza nome… già, sarebbe la quarta e cioè quella che ha il manico della Classic Player 60 e il corpo Warmoth verniciata alla nitro etc. – se avete proposte per il nome proponete pure – e mi sono accorto che ha un bel relic, ma il manico troppo nuovo, poco credibile. Mi sono armato di carta vetrata finissima su cui avevo ‘grattuggiato’ un po’ di mina di matita ed ho cominciato a strofinare leggermente il retro del manico. Poi ho passato dello Scottex di carta in modo da eliminare il nero in eccesso, che altrimenti mi sarebbe finito sulla mano mentre suonavo, ed ho ripetuto il tutto 2-3 volte. Non mi sembra venuto malissimo ed è pure abbastanza credibile IMHO.

Vediamo se e quanto resiste, ma sono speranzoso; mal che vada ripeto il lavoro sino a quando mi stufo. Vorrei anche ‘invecchiare’ leggermente i segnatasti bianchi sulla tastiera, sono veramente luccicanti, ma non so bene che strategia usare e quindi per ora non li tocco.

Follia numero 3 – La schiscietta!

Che c’è in quel contenitore che è tenuto al caldo sopra un termosifone? Magari la Cassoeula?

Dai guardate meglio 😀 Sto cucinando alcune delle parti in plastica delle mie strato per invecchiarle. No, no: le mie strato sono tutte intere, ma ho talmente tanti pezzi in giro che mi avanzano che ho preso 10 bustine di te infimo e le ho messe in un contenitore comprato per l’occasione (non vorrei mai che la moglie…); quindi ho messo dentro 9 copri-pickup di colori diversi, 3 manopole e altre robette nella speranza che capiti qualcosa. Non sono ottimista perché le plastiche ‘moderne’ resistono a tutto e quindi anche al te, alle temperature del termosifone etc., ma la mia speranza è che si scuriscano per metterle poi da qualche parte. Perché tutto questo? Perché ho scoperto che Monster Relic non esiste più e Fatboy si è messo a fare pickup anche se forse se chiedessi a lui… mi ha sempre fatto le cose che volevo su ordinazione. Va beh, vediamo se succede qualcosa altrimenti… altrimenti… altrimenti nel contenitore ci metto la cassoeula che mangiata oggi la digerisco nel 2015, forse.

Annunci

0 Responses to “Follie personali!”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


PRIVACY POLICY E COOKIE POLICY

Nel rispetto del provvedimento emanato, in data 8 maggio 2014, dal garante per la protezione dei dati personali, si avvisano i lettori che questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Pertanto proseguendo con la navigazione si presta il consenso all'uso dei cookie. In alternativa è possibile rifiutare tutti i cookies cambiando le impostazioni del proprio browser oppure uscire dal sito. Qui di seguito potete trovare la gestione della privacy e dei cookie da parte di Automattic (la società che gestisce la piattaforma Wordpress.com) Privacy Policy and Cookies; per un maggiore approfondimento leggere la sezione Cookie Law.

Benvenuti!

Questo blog è dedicato a tutti gli appassionati di chitarre, direi quasi esclusivamente Fender, e del vecchio e sano Hard-Rock anni '70. Il mio è solo un hobby condiviso in rete quindi il sito è da considerarsi 'amatoriale' e non ha nessuno scopo di lucro.

Avvertenze

L'autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001.
gennaio: 2014
L M M G V S D
« Dic   Feb »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Visitatori

  • 134,408 visite
Follow Vigilius's Weblog on WordPress.com

Blog che seguo

Categorie

Archivio


Ritchie Blackmores Rainbow

Ritchie Blackmore's Rainbow - the ultimate resource

Mauro Principi

La musica è arte, armonia, cultura, e soprattutto cibo per l'anima.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: