Archivio per luglio 2014

30
Lug
14

Estate non calda, ma …

Questa non sarà di certo ricordata come un’estate calda, non mi lamento, anche se due fiammate di calore ci sono state seppur in epoca non sospetta; ecco allora che ho trovato in giro per il web un paio di foto ‘calde’ parecchio interessanti dell’epoca di BURN dei Deep Purple. La prima qui sotto riguarda le session di tale album ed è un’immagine alquanto rara di quando si improvvisa insieme per trovare qualche idea buona per qualche brano (pare che abbiano trovato pure i nastri delle registrazioni).

Lo so, l’immagine non ha una grande qualità, ma parliamo del secolo scorso: insomma è storia e dobbiamo prenderla un po’ come quelle vecchie foto di guerra dei grandi avvenimenti storici. Interessante notare come provassero in un posto alquanto ristretto con mezzi abbastanza di fortuna: strumenti e basta! Mi domando sempre come non siano diventati sordi, ma con mezzi tanto semplici hanno saputo creare brani veramente mitici e, in alcuni casi, immortali. Non faccio mistero dicendo che sono un ‘eretico’ e reputo BURN il miglior album dei Deep Purple anche se sfornato dalla formazione MKIII e non la ‘mitica’ MKII. Certo, ‘In rock’ è l’album della svolta, ‘Fireball’ delle sperimentazioni quasi progressive, ‘Machine Head’ del vertice compositivo, ‘Made in Japan’ della perfezione assoluta del LIVE e ‘Who do you think we are’ della crisi, ma BURN… mi piace troppo. Tra l’altro contrariamente a quanto si pensi non è Smoke on the water la canzone più suonata dei DP nel mondo, ma proprio BURN, parola di Ian Paice che lo sa bene visto che legge i proventi dei copyright sul suo conto in banca!

Interessante anche questa immagine che fu usata per fabbricare le famosissime candele che compaiono sulla copertina dell’album omonimo.

Mai capito la passione dell’Uomo-Nero per quel buffo cappello da padre-pellegrino che usava mettere ai tempi e che userà ancora in futuro; ora pare abbia smesso e si veste in modo più ‘discreto’ (è una battuta, visto che gira vestito da menestrello trado-medioevale!) Di certo allora i DP non avevano un curatore-di-immagine come usa ora visto come sono conciati…

Concludo con un’immagine live di quei tempi: che tempi!

Ma visto che sono masochista aggiungo anche un piccolo video di uno dei suoni più ‘mostruosi’ che la strato abbia mai avuto.

Annunci
15
Lug
14

Riassunto di due mesi

Video riassuntivo degli ultimi due mesi!   😉

11
Lug
14

Ohibò: 40 euro di puro divertimento

Ieri mentre aspettavo che arrivasse il pedale ‘importante’ sono finito in un negozio di musica e ho visto un simpatico pedale arancione di cui avevo letto qualche buon commento in giro per il web. L’ho provato, 40 euro e l’ho preso. Beh, non ci crederete, ma oggi invece di provare il nuovo Soundblox 2 Orbital Modulator, mi sono divertito come un pazzo a suonare con un pedale da 40 euro: roba da matti! Chi è stato il responsabile di tutto ciò? Eccolo!

Ho provato anche altri Joyo – Hot Plexy, Deluxe Crunch e Crunch Distortion – ed erano parecchio divertenti e credibili, alcuni un po’ rumorosetti, ma questo era una spanna sopra per dinamica e divertimento.

10
Lug
14

E sarei in ferie!!!!!!

Già, sarei in ferie e dopo una mattinata passata a controllare ogni 10 minuti dove fosse il pacco alla fine è arrivato; mi fiondo a prenderlo e…

Già, si trova ancora così appoggiato al mobiletto dell’ingresso.  😡

Riuscirò a fare almeno uno straccio di video?   😕

08
Lug
14

In arrivo!

Cosa? Questo qua sotto 😉

Il Marshall Regenerator funziona benissimo, ma… ma ogni tanto va in crisi e penso che il suo buffer faccia strani scherzi perché mi abbassa il segnale da spento e me lo alza troppo quando è acceso. Niente di grave, ma lo fa random: per settimane va benissimo e poi alcuni giorni va in crisi e non so come rimediare se non attaccando e staccando l’alimentazione un po’ di volte sino a quando si rimette ‘in riga’. Comunque la scusa è buona per dare un’altra rivoluzionata alla mia pedaliera.   🙄

Forse la domanda è: perché proprio questo? Ascoltatevi il video di presentazione e ditemi se non vi ricorda nulla.

Ad un certo punto poi dice chiaramente “Ritchie Blackmore”: potevo non prenderlo?

Lo so: è bruttino! Qualcuno poi mi dovrà spiegare perché tutti i pedali simil-tubescreamer sono veri e quelli che rifanno il phaser arancioni: sembra un marchio ‘cromatico’ di fabbrica!




PRIVACY POLICY E COOKIE POLICY

Nel rispetto del provvedimento emanato, in data 8 maggio 2014, dal garante per la protezione dei dati personali, si avvisano i lettori che questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Pertanto proseguendo con la navigazione si presta il consenso all'uso dei cookie. In alternativa è possibile rifiutare tutti i cookies cambiando le impostazioni del proprio browser oppure uscire dal sito. Qui di seguito potete trovare la gestione della privacy e dei cookie da parte di Automattic (la società che gestisce la piattaforma Wordpress.com) Privacy Policy and Cookies; per un maggiore approfondimento leggere la sezione Cookie Law.

Benvenuti!

Questo blog è dedicato a tutti gli appassionati di chitarre, direi quasi esclusivamente Fender, e del vecchio e sano Hard-Rock anni '70. Il mio è solo un hobby condiviso in rete quindi il sito è da considerarsi 'amatoriale' e non ha nessuno scopo di lucro.

Avvertenze

L'autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001.
luglio: 2014
L M M G V S D
« Giu   Ago »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Visitatori

  • 146.212 visite
Follow Vigilius's Weblog on WordPress.com

Blog che seguo

Categorie

Archivio

Annunci

Ritchie Blackmores Rainbow

Ritchie Blackmore's Rainbow - the ultimate resource

Mauro Principi

La musica è arte, armonia, cultura, e soprattutto cibo per l'anima.