23
Dic
14

Piano B

Oggi sono stato nel ‘mio’ negozio di fiducia e in 30 minuti sono successe tante cose: prima di tutto ho visto vendere in diretta la mia, “ex-mia”, RollingCaster: fa una certa impressione vedere un ragazzo guardare tante strato usate, prendere ‘quella’, andare nella saletta e provarla – Little Wing e i Saxon, che ho suonato giusto settimana scorsa pure io per provare il nuovo pedale – uscire e dire che la prendeva. Pure la custodia era la mia e ci sono dentro anche le molle che mi avanzavano etc., io faccio le cose per bene   😉 . Ha poi chiesto alcune caratteristiche ed allora Stefano gli ha detto di chiedere a me che ero il ‘vecchio’ proprietario: facciona sorpresa! Gli ho spiegato dei pickup I-Spira, del circuito fatto in modo da avere anche la selezione manico-ponte stile Tele etc., la RollingCaster è uscita e stavolta mi sa che non la rivedrò più. Nessun rimpianto, ma era un’ottima chitarra che avevo saputo migliorare alla grande e che stava accordata in modo spettacolare sempre (chiedere a Cut): ci facevo 3 ore di prove senza mai aver bisogno di toccarla. Questa cosa la rimpiangerò di sicuro!

Quindi ho dato un’occhiata a tutte le Suhr nuove appena arrivate e… splendide chitarre, nulla da dire! Non le ho provate perché… perché tanto 3000 euro non li ho, ma persino l’humbucker mi è stato detto che suona solo leggermente più rotondo di un single coil, ma è la strato senza i difetti della strato.

Quindi a tradimento, dopo aver saputo che in negozio ci sono due vintage vere, una del ’62 ed una del ’66, appena arrivate da londra e dal prezzo improponibile, mi è stata messa sotto il naso una custodia, anzi un flight case di quelli veri con su scritto un nome: Yngwie Malmsteen.

Lei, la ‘Play it loud’ originale, identica a quella dello svedese: c’è pure la paletta spezzata e incollata nuovamente, la tastiera scallopped, molto poco a dire il vero, marcia dal sudore, gli stessi identici segni… ne esistono solo 100 in tutto il mondo ed una è a BG lasciata da un tizio che ne ha 3!   😮  Una cosetta da 15.000 euro: un giro mi sarebbe piaciuto farlo, ma è quasi un’opera d’arte che si ha paura a toccare tanto è cara – di certo non per paura di rovinarla – e poi è ben al di là di ogni considerazione morale.

Ma a cosa si riferisce il ‘Piano B’ del titolo? Semplice: alla pedaliera B! Non è che sono finito nel film Jurassik Park con il sito B, ma quasi   😀 . Se la pedaliera principale, che ancora non c’è, mi lasciasse a piedi come potrei fare? Semplice, basta averne una di backup anche se di minor valore giusto per finire la serata: da notare che serate in programma ancora non ce ne sono! Ma anche portarsi avanti indietro la pedaliera alla sala prove con chitarra e ampli – si sa: ho solo due braccia! – non è il massimo della comodità (e non l’ho mai portata alle prove!) quindi una pedaliera di riserva fa sempre comodo e, tra l’altro, aiuta a capire molte cose. Ho preso i pedali che non uso in quella ‘ufficiale’ e mi son fatto una pedaliera secondaria – Piano B, appunto – per vedere come suona; ecco, suona, come sempre, con il mio suono!

Ci sono differenze con l’altra? Sì, ma non tante come uno potrebbe pensare. Certo, alcuni pedali-B sono cloni di quelli ‘ufficiali’ e quindi è naturale che suonino uguali al 90%, ma ho anche scoperto che aggiungendo un delay, che avrei anche già pagato se mi accontentassi di un Mooer, potrei già suonare tranquillamente senza dannarmi ulteriormente. Da notare che alimento tutto con un alimentatore BOSS e daisy chain, i cavi di collegamento sono dei Reference: uno costa quasi come uno dei pedali!

Curioso, vero? Anni di prove, recensioni, permute, scambi, prove per arrivare qua? Alle volte ‘less is more’ come direbbero gli inglesi: meno è meglio come diciamo noi.

Annunci

0 Responses to “Piano B”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


PRIVACY POLICY E COOKIE POLICY

Nel rispetto del provvedimento emanato, in data 8 maggio 2014, dal garante per la protezione dei dati personali, si avvisano i lettori che questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Pertanto proseguendo con la navigazione si presta il consenso all'uso dei cookie. In alternativa è possibile rifiutare tutti i cookies cambiando le impostazioni del proprio browser oppure uscire dal sito. Qui di seguito potete trovare la gestione della privacy e dei cookie da parte di Automattic (la società che gestisce la piattaforma Wordpress.com) Privacy Policy and Cookies; per un maggiore approfondimento leggere la sezione Cookie Law.

Benvenuti!

Questo blog è dedicato a tutti gli appassionati di chitarre, direi quasi esclusivamente Fender, e del vecchio e sano Hard-Rock anni '70. Il mio è solo un hobby condiviso in rete quindi il sito è da considerarsi 'amatoriale' e non ha nessuno scopo di lucro.

Avvertenze

L'autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001.
dicembre: 2014
L M M G V S D
« Nov   Gen »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Visitatori

  • 134,408 visite
Follow Vigilius's Weblog on WordPress.com

Blog che seguo

Categorie

Archivio


Ritchie Blackmores Rainbow

Ritchie Blackmore's Rainbow - the ultimate resource

Mauro Principi

La musica è arte, armonia, cultura, e soprattutto cibo per l'anima.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: